Champions, Milan: ecco come funziona il modello Salisburgo



Haaland, Szoboszlai, Adeyemi scoperti e stravenduti. Il ds degli austriaci Freund racconta l’evoluzione di un club che ogni anno riesce a fare cassa rimanendo nella competizione top

Crescita. Questa la parola chiave a Salisburgo. Per società, giocatori e dirigenti. Nell’ultima finestra di mercato la Red Bull Salisburgo ha speso 29,5 milioni di euro, intascandone 92,54. Nell’estate del 2021 finì il mercato con un attivo di 49 milioni, nel 2020 lo terminò con un +15. In tre anni il profitto è di 127 milioni. Eppure il club continua a crescere. Questo grazie a un’organizzazione capillare, fra scouting e settore giovanile, che consente di sostituire i giocatori venduti con altri che siano per lo meno dello stesso livello. “L’anno scorso abbiamo perso una sola partita su quattro con Bayern e Siviglia, eliminando gli spagnoli dalla Champions – ricorda il direttore sportivo Christoph Freund -. Non credo che ci si possa sottovalutare”. Lui è cresciuto con squadra e club: nel 2012 è stato assunto come coordinatore tecnico, dal 2016 fa il ds (al posto di Rangnick) con grandi risultati.

Fiuto

—  

È lui l’artefice degli acquisti (e poi delle plusvalenze) di Haaland, Szoboszlai e Adeyemi. “Noi prendiamo giovani per la nostra prima squadra o giovanissimi da inserire nel settore giovanile che deve sempre essere all’avanguardia – spiega Freund -. Da noi hanno l’occasione di vincere titoli in Austria e di fare esperienza europea ai massimi livelli. Sono pur sempre quattro anni di fila che siamo nella fase a gironi della Champions, a volte, come successo l’anno scorso, la superiamo pure. Sappiamo che gente come Haaland, Szoboszlai e Adeyemi non resta a lungo nel campionato austriaco. Per questo li vendiamo, ottenendo un vantaggio per tutti”.

Cosa pensa del Milan, che negli ultimi anni ha assunto una filosofia simile?

“Non voglio parlare di altri club. Oggettivamente è più facile in un campionato come il nostro immettere giocatori, anche se pure da noi i ragazzi devono avere voglia e qualità di crescere per maturare al meglio. Nei cinque migliori campionati d’Europa è più difficile portare avanti questo progetto. Il Milan comunque è uno dei migliori al mondo, altrimenti non avrebbe vinto la Serie A. Negli ultimi anni ha cambiato pelle e si è rinforzato, puntando sull’esperienza di Giroud e Ibra e il talento di qualche giovane. Vogliamo metterlo in difficoltà col nostro calcio”.

Quale dei vostri acquisti estivi la inorgoglisce particolarmente?

“Crediamo nelle qualità di tutti. Devo dire però che Fernando, l’attaccante che abbiamo preso dallo Shakthar, si è inserito benissimo. Imparerete a conoscerlo. Ma con il tempo anche gli altri faranno bene. Sono tutti giocatori giovani, bisogna avere pazienza. Ognuno ha bisogno del proprio tempo”.



Source link

Denial of responsibility! planetcirculate is an automatic aggregator around the global media. All the content are available free on Internet. We have just arranged it in one platform for educational purpose only. In each content, the hyperlink to the primary source is specified. All trademarks belong to their rightful owners, all materials to their authors. If you are the owner of the content and do not want us to publish your materials on our website, please contact us by email – [email protected]. The content will be deleted within 24 hours.