Inter, missione rimonta per Inzaghi. Inter a due teste per sorprendere



I nerazzurri si giocano tanto già con il Napoli alla ripresa. Col rientro di Brozovic possibile il doppio regista in mediana. Ma servono i veri Lukaku e Lautaro

Vincenzo D’Angelo, Marco Fallisi, Alessandra Gozzini

Del ritorno di Brozovic e di come può cambiare l’Inter parleremo di seguito, ma il rientro più importante per Inzaghi sarà quello di Romelu Lukaku.

Rientri – Rilanciare lukaku

—  

Il Mondiale non è andato come sperato, così è possibile che Lukaku possa tornare ancora più carico e “arrabbiato”, pronto a riprendersi il tempo perduto. La stagione fin qui è stata amara, eppure a tratti si è rivista quella intesa naturale che lega il belga a Lautaro. Con la Lu-La al top (non quelli visti al Mondiale), sarà più facile credere nella rimonta scudetto, a patto che l’Inter in fretta riesca a ritrovare il modo per esaltare le qualità di Lukaku. Inzaghi può abbassare il baricentro della squadra in fase di non possesso, per andare poi subito in verticale su Lukaku una volta riconquistata palla. Un’Inter diversa dalla prima versione inzaghiana, ma magari più equilibrata e straripante. Lukaku permettendo.

Tattica: doppio regista

—  

Strana la vita: l’Inter ha passato mesi a cercare un vice Brozo, dopo aver perso l’ultimo scudetto per la mancanza di un’alternativa valida al regista croato. E ora ha scoperto che la soluzione ce l’aveva in casa. Hakan Calhanoglu è stata l’arma della riscossa nerazzurra: nel momento più delicato, col rischio eliminazione Champions, il turco ha preso per mano la squadra e l’ha portata su un nuovo livello. Così adesso Inzaghi studia la nuova soluzione col doppio play, per sorprendere gli avversari. Brozo nasce trequartista-incursore, non avrà difficoltà a rindossare i panni dell’assaltatore d’area. Dovrà solo affinare l’intesa con Calha: quando uno si abbassa, l’altro attacca la profondità o si piazza in verticale per ricevere palla sulla trequarti e creare superiorità. E chi pensava di cavarsela con la gabbia su Brozo, dovrà cambiare strategia.

Preparazione: lavoro specifico

—  

Quattro sedute atletiche prima della partenza di domenica pomeriggio per Malta. Questo il programma iniziale stilato da Simone Inzaghi e il suo staff. Oggi pomeriggio la messa in moto, domani doppia seduta e domenica mattina ultimo sessione ad Appiano Gentile. Correa non farà parte del gruppo e verrà riaggregato al rientro da Malta, quando probabilmente si rivedrà anche Onana, rientrato in anticipo dal Qatar. L’Inter ha bisogno di ripartire subito forte: quindi un po’ di fondo iniziale, sedute di resistenza alla velocità e poi ricerca della brillantezza nella seconda metà di dicembre. Il 4 gennaio col Napoli sarà già sfida decisiva per i nerazzurri, che poi il 18 si giocheranno il primo trofeo della stagione, nel derby di Supercoppa. E chi è impegnato al Mondiale, al rientro troverà un lavoro personalizzato fatto su misura.



Source link

Denial of responsibility! planetcirculate is an automatic aggregator around the global media. All the content are available free on Internet. We have just arranged it in one platform for educational purpose only. In each content, the hyperlink to the primary source is specified. All trademarks belong to their rightful owners, all materials to their authors. If you are the owner of the content and do not want us to publish your materials on our website, please contact us by email – [email protected]. The content will be deleted within 24 hours.