Lastminute.com accusata di frode in Svizzera. Storia del fondatore italiano



Vertici azzerati. Fondatori in custodia cautelare. Fondi societari bloccati. Lastminute.com è accusata dalle autorità svizzere di aver frodato lo stato usando in modo illecito gli aiuti economici alle imprese per fronteggiare la crisi pandemica. La presunta truffa, su cui stanno indagando i pm di Lugano, ammonterebbe a 28,5 milioni di euro. L’indagine, da quanto riportano i media svizzeri, sarebbe nata dalla lettera anonima di un dipendente licenziato. Alla società, che nega gli illeciti e ha promesso ampia collaborazione agli inquirenti, sono stati bloccati intanto fondi per 7 milioni.

Cos’è Lastminute.com

Lastminute.com è considerata uno dei campioni della digital economy europea. E’ tra i principali siti per prenotare viaggi aerei e alberghi online. I fondatori sono tutti italiani, di Milano. Tra loro anche l’amministratore delegato Fabio Cannavale, che negli ultimi anni si è ritagliato un profilo di primo piano nella startup economy italiana. Volto noto anche al grande pubblico televisivo, è stato uno dei quattro giudici di Shark Tank, lo show andato in onda nel 2015 che selezionava idee e proponeva loro investimenti dopo un’analisi in diretta. Oggi il Financial Times ha riportato che la società è alla ricerca di un nuovo amministratore delegato.

 

Lastminute.com oggi conta 43 milioni di utenti in 40 Paesi. E’ stata fondata nel 2000 ma la società ha avuto diversi nomi a seguito di operazioni di acquisizione e di fusione con altri gruppi e startup del settore. Ha sede a Chiasso. L’idea era piuttosto semplice: aprire il mercato dei viaggi alla nuova internet economy. È uno dei settori che ha sopravvissuto bene alla dot com e oggi conta miliardi di utenti e decine di miliardi di giro d’affari nel mondo.

 

Il ruolo di Cannavale nella startup economy italiana

Cannavale è considerato uno dei pionieri di questo settore dell’economia. La sua prima società, ha raccontato a diversi magazine di settore, è stata una piattaforma per organizzare viaggi in barca a vela. Poi è entrato nel team di eDreams, la piattaforma per prenotare dei viaggi, che non era però sua. Lascia la società e fonda Volagratis, che cresce esponenzialmente fino all’acquisizione di Lastminute.com nel 2015.

 

Negli anni si è guadagnato un ruolo di primo piano nel mondo delle startup italiane. Le cronache dei magazine di settore raccontano che ha investito in startup di successo in Italia come Satispay, Soundreef e Supermercato24. Investitori seriale, prima con Shark Thank, poi con B-Heroes (altro programma tv) e infine con Boost Heroes, una holding di partecipazioni co-fondata con altri soci con cui investe in startup.

 

Business angel e investitore

La sua attività nel settore ha fatto in modo che nel 2018 venisse nominato Business Angel dell’anno, un premio che riconosce in italia gli ivestitori più attivi nel mondo delle neoimprese innovative. Il suo impegno nel mondo dell’innovazione in Italia lo ha raccontato come una sua personale forma di give-back. Tradotto, ho avuto tanto dalla mia vita professionale di imprenditore, investirò in nuove imprese nel mio Paese per provare a fare in modo che abbiano la stessa fortuna.

Ora dovrà fare i conti con le autorità svizzere, insieme ad altre sei persone, tutti cittadini italiani. L’accusa delle autorità è che attraverso tre controllate di Lastminute il gruppo avrebbe frodato le casse statali. Nel 2020, per garantire la liquidità delle imprese, la Svizzera ha messo a disposizione in poco tempo 17 miliardi di franchi con tassi di interesse vicini allo zero. I primi accertamenti sulle accuse dell’ex dipendente dovranno verificare se ci siano i presupposti di reati di natura penale.



Source link

Denial of responsibility! planetcirculate is an automatic aggregator around the global media. All the content are available free on Internet. We have just arranged it in one platform for educational purpose only. In each content, the hyperlink to the primary source is specified. All trademarks belong to their rightful owners, all materials to their authors. If you are the owner of the content and do not want us to publish your materials on our website, please contact us by email – [email protected]. The content will be deleted within 24 hours.