MotoGP Mugello, pole storica di Di Giannantonio davanti a Bezzecchi e Marini: tris Ducati. 5° Bagnaia



Su una pista infida per l’umido il romano del team Gresini è splendido: prima pole alla prima Q2 in carriera davanti alle due Desmosedici VR46 di Bezzecchi e Marini. Bagnaia quinto, poi Quartararo e Aleix Espargaro. 10° Bastianini

dall’inviato Massimo Brizzi

– scarperia (FI)

Il cielo capovolto. Dalle insidie del Mugello leggermente imperlato dalla pioggia emerge Fabio Di Giannantonio che con la sua Ducati Gresini conquista una pole semplicemente impensabile, considerando che, prima di queste qualifiche del GP d’Italia, non aveva mai centrato nemmeno una Q2. Con il tempo di 1.46.156 il romano precede altre due Ducati, quelle del team VR46, che forse in omaggio al ritiro del numero 46 del pigmalione Valentino Rossi completano la prima fila, con Marco Bezzecchi secondo a 88 millesimi e Luca Marini terzo a 171/1000. Tre italiani su tre Ducati italiane ai primi tre posti della qualifica del GP d’Italia: un trionfo tricolore che ha dell’incredibile. Completato da una seconda fila in cui ci sono Zarco quarto sulla Ducati Prima Racing, davanti a Pecco Bagnaia sulla rossa ufficiale e Fabio Quartararo con la Yamaha. 

la bandiera rossa

—  

Sessione complicata dalla pioggia iniziata a cadere durante le FP4 e interrotta  con  una bandiera rossa dopo pochi secondi di Q2 per un volo di Marc Marquez: lo spagnolo, con le slick come tutti gli altri, incappa in un high side alla curva 2, rimediando una bella botta con la mentoniera del casco, mentre la sua Honda si sgretola andando pure per qualche istante a fuoco: Marc finirà 12°, ma partirà 11° per il -3 di penalizzazione di Jorge Martin che lo precede. In terza fila ecco l’Aprilia di Aleix Espargaro davanti alla Honda Lcr di Takaaki Nakagami e a Pol Espargaro, mentre Enea Bastianini, con l’altra Ducati Gresini è decimo a circa mezzo secondo.

gli altri

—  

Michele Pirro scatterà tredicesimo, le Suzuki, rispettivamente al 17° con Joan Mir e al 21° con Alex Rins, mentre Lorenzo Savadori è 22° con l’Aprilia davanti a Franco Morbidelli e al titolare Maverick Vinales. Mestamente ultimo Andrea Dovizioso. 

q1 pazza

—  

In Q1, con pista umida in alcuni tratti e bagnata in altri e una pioggia non proprio battente, Brad Binder è il primo a osare le slick, imitato poi dagli altri visto il vantaggio considerevole che assicurano. Dalla giostra di emozioni ed equilibrismo che ne scatursice emergono Fabio Di Giannantonio, che conquista come detto la sua prima Q2 con un eccellente 1.47.219, senza scia, che gli vale la sua prima Q2 in carriera. Con lui avanza alla fase nobile della qualifica Marc Marquez, 2° a 75 millesimi da Diggia, che succhia la scia di Jack Miller, terzo a 0.402 e primo degli esclusi: la sua cavalleria verso lo spagnolo stavolta non lo ha ripagato. 





Source link

Denial of responsibility! planetcirculate is an automatic aggregator around the global media. All the content are available free on Internet. We have just arranged it in one platform for educational purpose only. In each content, the hyperlink to the primary source is specified. All trademarks belong to their rightful owners, all materials to their authors. If you are the owner of the content and do not want us to publish your materials on our website, please contact us by email – [email protected]. The content will be deleted within 24 hours.