Napoli,Spalletti: il cuore con Vialli e la testa al campionato



Il tecnico si prepara alla sfida del Ferraris contro la Sampdoria e torna sulla sconfitta di San Siro con l’Inter: “Abbiamo imparato che potevamo avere ancora otto punti di vantaggio e ora sono cinque”

Dal nostro inviato Maurizio Nicita

Un minuto di raccoglimento per Vialli e Mihajlovic, chiede di cominciare così la conferenza stampa Luciano Spalletti: “Perché dopo la scomparsa di Sinisa non avevamo avuto un momento insieme per riflettere”. Poi il ricordo di Gianluca: “Era l’85-86, giocavo con l’Entella Chiavari e disputammo un paio di amichevoli infrasettimanali contro quella Samp. In un contrasto finii per terra, lui andò oltre con la corsa, tornò indietro e mi aiutò ad alzarmi. Uomo di grande carisma, attento ai particolari. Lui precursore nel pressing alto degli attaccanti. Uno dei primi ad andare in Premier, apprezzato prima da calciatore e poi da allenatore. Si è distinto come commentatore televisivo, sempre con stile. Ha speso tutto se stesso per noi, per la Nazionale all’Europeo”.

VOLTARE PAGINA

—  

Poi si torna alla quotidianità. E Spalletti ancora non ha digerito il primo stop in campionato: “Abbiamo imparato che potevamo avere ancora 8 punti di vantaggio e ora sono 5. Una sconfitta può capitare ma a noi ci girano le scatole. E debbono girarci perché non abbiamo fatto quello che dovevamo e noi non vogliamo accontentarci del vantaggio. Vogliamo andare a giocare anche le partite contro le avversarie più forti, con la stessa voglia e determinazione. Non abbiamo giocato bene, ma nemmeno così male”.

CAMBIAMENTI

—  

Contro la Samp ci saranno tre-quattro cambiamenti, ma il tecnico ci tiene a spiegare: “Certe scelte sono state pensate già prima di Milano, come previsto”. Insomma nessuna punizione, anzi l’allenatore ci tiene a sottolineare: “Leader il Napoli ne ha tantissimi, la tendenza è farli sentire tutti tali. Di Lorenzo, Rrahmani, Anguissa, Mario Rui, Osimhen che va all’assalto degli avversari col piglio da leader. Anche Elmas. Poi ci sono quelli più taciturni, che prendono stecche senza protestare”. Ogni riferimento a Kvaratskhelia non è puramente casuale. E stavolta è proprio Spalletti a “tutelare” il georgiano: “Prima ero io a chiedere di più… ora voi. È il giocatore di qualità che è un po’ così. Secondo me non ha fatto male, è entrato in area per cercarsi degli spazi. Bisogna solo aspettare che ritrovi la totale confidenza della partita. Si va a giocare le prossime partite fiduciosi che possa ritrovare qualità migliori”.

SACRO FUOCO

—  

Tocca riaccenderlo, a San Siro è stata una fiammella che non riscaldava: “Serve una reazione. Tra l’altro la Samp stava attraversando un brutto periodo e si è ripresa e poi troveremo un ambiente emotivo particolare. Ma ho visto sguardi e atteggiamenti corretti, di chi vuol mettere a posto le cose. Con l’Inter ha pesato la forza dell’avversario, che un po’ determina anche l’intensità nella tua reazione. L’importante però è che ci sia la reazione dopo lo sbaglio. Voglio vedere cattiveria e determinazione nel mettere a posto le cose. Non possiamo giocare sempre al top, ma mi aspetto di rivedere quello che hanno sempre fatto sin qui i ragazzi”.

INDICAZIONI

—  

Sulla formazione non ne dà molte Spalletti. Si capisce che riposerà Rrahmani: “Ha fatto molto bene. Sul gol è stato molto bravo Dzeko. Io sono contento. Chiaro che poi dobbiamo valutare dopo 90’ così di colpo, potrebbe essere stato sbagliato. Stiamo valutando”. Poi è indicativo la valutazione sui subentrati: “Ho visto Elmas e Ndombele avere voglia e mettere in pratica quello che volevano, gli altri avevano pure la voglia giusta ma non ci sono riusciti”. Nessun commento invece sull’acquisto di Bereszynski? “Non posso commentare. Bisogna aspettare, si aspetta l’ufficialità”.



Source link

Denial of responsibility! planetcirculate is an automatic aggregator around the global media. All the content are available free on Internet. We have just arranged it in one platform for educational purpose only. In each content, the hyperlink to the primary source is specified. All trademarks belong to their rightful owners, all materials to their authors. If you are the owner of the content and do not want us to publish your materials on our website, please contact us by email – [email protected]. The content will be deleted within 24 hours.