una giornata in pista a Cervesina



Una giornata all’insegna dell’inclusione, della passione condivisa per le due ruote e del divertimento: a Cervesina è andato in scena un corso di guida speciale per motociclisti con diverse disabilità

Matteo Solinghi

@
TeoSic58

– cervesina (PV)

Sulla carta è umanamente incomprensibile cosa spinga una persona che in passato ha avuto un brutto incidente in moto, nel quale ha perso un braccio, una gamba o addirittura è rimasto paralizzato, a tornare in moto, tra mille difficoltà legate a ottenere la patente, qualora i requisiti fisici necessari siano soddisfatti, e poi nella guida stessa della moto. Sulla carta, appunto, perché poi il sorriso stampato sul volto di questi ragazzi, i loro occhi alla vista di una moto o all’accensione di un motore fanno capire come ogni problema, nella vita, è aggirabile e può essere circumnavigato. E ogni sogno, per quanto difficile, costoso, dispendioso, apparentemente irraggiungibile, in fin dei conti può avverarsi. È il succo, questo, della giornata organizzata da Diversamente Disabili, associazione capitanata dal presidente e fondatore Emiliano Malagoli che si occupa di far tornare in moto ragazzi con complicanze fisiche e insegnar loro la giusta tecnica di guida in base alla disabilità, e Bmw Motorrad, all’interno del progetto di responsabilità sociale SpecialMente.

Bmw e Di.Di.: istruttori e corsisti

—  

Una squadra di una trentina di volontari arrivati dalle fila di Bmw Motorrad Italia e dal suo Federclub si è impegnata per la realizzazione di un corso di guida per motociclisti disabili organizzato dall’associazione Diversamente Disabili. Di.Di. (abbreviazione) e tra le tante attività che svolge a favore di chi vuole avvicinarsi o riavvicinarsi alla moto superando la propria disabilità, offre da diversi anni corsi di guida dedicati a questi motociclisti con moto specificamente modificate e istruttori certificati. Istruttori, è bene specificarlo, sia normodotati che con disabilità quanto più simili a quelle dei corsisti, in modo da fornire loro preziosi consigli e un grande valore aggiunto da parte di chi ha lo stesso problema. I partecipanti prima hanno seguito la lezione teorica e poi hanno messo in pratica la tecnica appena appresa. I partecipanti sono stati suddivisi in gruppi in base alla tipologia di disabilità, dal momento che ogni disabilità implica non solo un utilizzo diverso del proprio corpo, ma anche delle moto, con tutte le modifiche al seguito.

Bmw e Di.Di.: le attività di Cervesina

—  

Nella giornata di Cervesina (PV) sono andate in scena tre attività in parallelo. In primis il corso di guida dedicato a motociclisti con disabilità, alla base dell’attività di questa associazione. Proprio grazie a questo tipo di corso Di.Di. aiuta questi motociclisti anche a conseguire la patente speciale “AS” quando la situazione fisica specifica lo permette. Al corso hanno partecipato una dozzina di ragazzi, divisi in tre gruppi e seguiti da altrettanti istruttori. Il corso sulle Pit Bike, inserito nel programma negli ultimi anni, ha permesso di fornire questa esperienza anche a quelle persone che per età o per condizione psico-fisica non possono guidare una moto più grande. Infine, interpretando il significato della parola inclusione in senso completo e bidirezionale è stato organizzato un corso base di avvicinamento alla pista per motociclisti normodotati. Questa attività non è nuova a Emiliano Malagoli, pilota paralimpico di livello internazionale, che grazie alle sue competenze e alla sua esperienza in pista si è cimentato nel dare consigli, suggerire traiettorie, filmare e poi spiegare le correzioni da apportare ai motociclisti che hanno preso parte al corso.

emozioni

—  

Tra i partecipanti anche Franco Antonello con il figlio Andrea, un ragazzo autistico che dopo innumerevoli viaggi da passeggero ha marcato i primi km con il manubrio fra le mani. Papà Franco è impegnato in prima linea per aiutare i ragazzi autistici attraverso l’impresa sociale “I Bambini delle Fate”, anch’essa sostenuta da Bmw Italia attraverso SpecialMente. “Era dall’inizio della pandemia che nel calendario dei corsi dell’associazione Di.Di. mancava un appuntamento nel nord Italia – afferma il presidente dell’associazione Emiliano Malagoli – e la volontà di essere vicini anche in modo concreto a questi ragazzi era molto forte. Organizzare corsi di guida di questo tipo è complicato, le esigenze dei partecipanti sono molteplici a causa della loro situazione fisica e c’è bisogno di tante risorse e tante persone. Ringrazio Bmw Motorrad Italia per il supporto e le persone che tramite il Federclub si sono messe a disposizione per aiutarci a erogare il corso. Mi sono emozionato”, ha concluso Malagoli. 

il talento residuo

—  

“Quando abbiamo pensato di declinare la filosofia Bmw Motorrad in termini di responsabilità sociale d’impresa – ha dichiarato Roberto Olivi, Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione di Bmw Italia – ci è venuto spontaneo adattare il nostro claim, facendolo diventare “Make Life an inclusive Ride”. E l’evento testimonia questa filosofia: la voglia di impegnarsi in prima persona, di stare insieme a queste persone che hanno una disabilità e aiutarle ad andare oltre i limiti, vivendo una giornata memorabile per tutti i partecipanti. Abbiamo visto in azione uno dei concetti imparati dal nostro brand ambassador Alessandro Zanardi: quello del talento residuo. I ragazzi che abbiamo visto in pista hanno utilizzato le abilità residue per fare cose incredibili in pista, adottando quell’atteggiamento propositivo e costruttivo che consente di superare anche difficoltà e costrizioni che sembravano insuperabili”, ha concluso Olivi.







Source link

Denial of responsibility! planetcirculate is an automatic aggregator around the global media. All the content are available free on Internet. We have just arranged it in one platform for educational purpose only. In each content, the hyperlink to the primary source is specified. All trademarks belong to their rightful owners, all materials to their authors. If you are the owner of the content and do not want us to publish your materials on our website, please contact us by email – [email protected]. The content will be deleted within 24 hours.